S.H.R.O. Salute Italia

Professional social network di Antonio Giordano

La data dell'11 settembre 2001 rappresenta per gli Stati Uniti uno dei momenti più tragici della propria storia.  Tuttavia, oltre che per gli aspetti immediati, quello su cui non si è fatta ancora interamente luce è la serie di effetti collaterali sulla salute che gli attentati hanno provocato.  Gravi problemi respiratori per cittadini, pompieri e volontari e, purtroppo, pare anche tumori.  

A riaccendere le preoccupazioni, c'è un'agenzia Ansa del 2 settembre che, citando uno studio promosso dalla rivista scientifica Lancet, rivela come i pompieri che hanno partecipato ai soccorsi, siano mediamente più esposti del 19% ad avere un tumore rispetto ai colleghi che non erano presenti.  Ecco il link:  ANSA

Come affermava nel 2009 il magazine Blitz Quotidiano, riportando la notizia diffusa dal giornale inglese The Guardian: "Solo negli ultimi mesi, il cancro si è portato via cinque tra pompieri e agenti, tutti in prima linea nei giorni e nelle settimane che seguirono gli attentati. Il più anziano dei morti aveva 44 anni. Altri tre soccorritori sono deceduti ad ottobre nel giro di quattro giorni appena". Ecco l'articolo completo: BLITZ QUOTIDIANO

Visualizzazioni: 73

Rispondi

© 2022   Creato da SHRO Media Press.   Tecnologia

Badge  |  Segnala un problema  |  Termini del servizio